down-arrow   I Monumenti adottati  



NEWSLETTER
Tieniti aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter

> Leggi informativa sulla privacy




Attivitŕ legislativa Nurnet. Semplificazione manutenzione ordinaria siti

La seguente e.mail è pervenuta stamane dalla segreteria del parlamentare sardo Pierpaolo Vargiu, presidente della Commissione Sanità della Camera dei Deputati.

Riguarda la nostra proposta di semplificazione delle procedure di autorizzazione allo svolgimento di manutenzioni ordinarie e di pulizia dei siti archeologici, in particolare dei nuraghi.

In essa vi è la conferma che la proposta è stata recepita e segue un suo iter legislativo.

^^^

Gentile dott. Gregorini,
con la presente Le comunichiamo che la Camera ha approvato oggi l’ordine del giorno presentato dal presidente Vargiu sul tema da Lei sollevato.
In calce il testo.
Cordialmente,
La segreteria

Odg. n. 9/2426-A/34

La Camera,
premesso che:
il Codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni affida alle Soprintendenze la competenza a rilasciare gli atti autorizzativi necessari relativamente ad interventi conservativi in materia di edilizia dei beni culturali ricadenti nel territorio dei Comuni.
A tale autorizzazione e vigilanza sono sottoposti anche gli interventi di manutenzione ordinaria e la pulizia degli edifici, ivi incluse le costruzioni realizzate con la tecnica dei filari di pietra infestati dalla vegetazione.
Tale procedura implica un notevole allungamento dei tempi e dei processi decisionali che spesso si ripercuote sulla salvaguardia e fruibilità dei beni culturali e paesaggistici, riducendo le opportunità di valorizzazione dei beni stessi a fini di sviluppo economico.
impegna il Governo:
a valutare l’opportunità, rappresentata dal Governo nel corso dell'attivita' istruttoria legislativa svoltasi nella Commissione parlamentare di merito, di semplificare per via amministrativa le norme del Codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni, al fine di consentire ai Comuni di procedere autonomamente agli interventi di manutenzione ordinaria e di pulizia degli edifici sopra descritti, sotto la semplice vigilanza delle Soprintendenze e con la collaborazione di associazioni o fondazioni che operino sotto la sorveglianza di un archeologo e un dottore forestale.

 

 

 

Inserisci un commento su Facebook