down-arrow   I Monumenti adottati  



NEWSLETTER
Tieniti aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter

> Leggi informativa sulla privacy




Cosa potrebbe fare NURNET di meglio, strategicamente IN PARIS

di Antonello Gregorini (immagine di Paolo Soletta; Sa Domu è S'Orku - Domusnovas)

Problema chiaro
Attua miglioramento
Vita facile
Haiku del kizen (Kaizen (haiku); Roberta Verzeletti; DEDICATO A a chi piace migliorare 2003)

 


Qualunque manager sa bene che il percorso del miglioramento, di un processo o un prodotto, non ha mai fine.

Così per l'uomo e così per le organizzazioni e le merci. Quindi anche io nel mio umile ruolo di presidente della Fondazione NURNET, ogni giorno, mi sveglio e penso: cosa posso fare oggi per accrescere l'identità nuragica della Sardegna così come ci eravamo preposti? Ovviamente le cose sono tantissime.

Oggi stiamo al geoportale e alle sue potenzialità.
Abbiamo messo le basi per creare il livello informativo digitale, collegabile a qualsiasi software online che contenga anche il livello tematico del patrimonio archeologico pre nuragico e nuragico. Per i lettori non avvezzi all'informatica e alle sue potenzialità faccio un esempio concreto:
"Se la Regione Sardegna, Assessorato al Turismo, volesse collegare ai suoi vari livelli informativi riguardanti l'accoglienza; i Trasporti, le vie di comunicazione; l'artigianato tipico, l'agroindustria; anche il patrimonio archeologico pre nuragico e nuragico, oggi potrebbe farlo in un click tramite il nostro geoportale opendata"... anche su App
Il turista avrebbe a disposizione una strumento eccezionale che gli consentirebbe di individuare meglio l'offerta e programmare un percorso. A questo potrebbero collegarsi anche tutti gli operatori e, a loro volta, inserire le loro offerte di servizi.
Da questa rete di servizi, già esistente ma non coordinata, si svilupperebbe un valore che oggi è sconosciuto, ma latente e potente, nell'economia turistica della Sardegna.
Noi siamo qui abbiamo idee e le stiamo mettendo a disposizione della nostra comunità.
Facciamo qualcosa di buono, IN PARIS.

No semus né locos, semos pocos ma unidos

 

 

 

 

Inserisci un commento su Facebook