down-arrow   I Monumenti adottati  



NEWSLETTER
Tieniti aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter

> Leggi informativa sulla privacy




Non so se la Sardegna fosse Atlantide, o Tartesso, perň ne avrebbe tanto bisogno.

 di Antonello Gregorini

Immagine del nuraghe Orolo Bortigali, di Maurizio Cossu

Tutti noi conosciamo la contesa che ormai da oltre un decennio vede opposti un cospicuo numero di scrittori, studiosi e semplici appassionati, a un altrettanto cospicuo numero di studiosi titolati, appartenenti alle accademie e alle soprintendenze, riguardante la possibilità che la Sardegna fosse la mitica Atlantide.

Sergio Frau e il suo "le colonne d'ercole" furono scomunicati per questo. Ma non c'è solo Atlandide, esiste anche la mai trovata Tartesso, cercata in Spagna e Portogallo ma che diversi studiosi sostengono essere in Sardegna; così come esiste fortissimo il mito “dell'isola Sacra …nel bel occidente..nel mezzo del Grande Verde (Mediterraneo)”. Se le migliaia di torri avessero avuto funzione prevalentemente cultuale, come sostiene l'archeologo Augusto Mulas, la connessione sarebbe immediata.

Noi di Nurnet veniamo accusati di essere i nuovi atlantidei, a torto, perché chiunque può verificare che questa parola in quest'anno e mezzo di vita è stata usata pochissimo, se non niente, e sempre indirettamente. Io personalmente penso che la tsi dello tsunami sia stata un azzardo eccessivo, visti i risultati degli studi e gli scritti dei più noti geologi della Sardegna.

Nel mezzo di queste polemiche, l'Isola, per noi certamente sacra, la Sardegna, non se la passa per niente bene, sia per le condizioni dell'ambiente  nelle aree andate soggette a sviluppo industriale, sia nelle aree sottoposte a Servitù militare, sia genericamente nell'interno, dove il fenomeno dello spopolamento è sempre più percepibile.

Al degrado ambientale si deve sommare quello sociale, fatto di disoccupazione, soprattutto giovanile, emigrazione, sconcerto o, meglio, paura di non farcela per se, i familiari e la comunità nel complesso.

In termini economici l'identificazione di Atlantide con la Sardegna quanto può valere?

Più dell'identificazione con Tartesso, di certo, o con una generica Isola Sacra. Miliardi di euro di valore.

Non so se la Sardegna fosse Atlantide, quindi, e non ho letto abbastanza per buttarmi in dialoghi sull'argomento. Però, se lo fosse, questa idea da sola migliorerebbe in maniera significativa le nostre prestazioni economiche in campo turistico, con tutto ciò che a esso è connesso, ma non solo.

Una identificazione con qualcosa di percepito come sacro, o storicamente importante, darebbe un valore identitario anche alle coscienze dei sardi.

 

Siamo noi sardi per primi però che sembriamo rifiutarla, nelle idee, negli scritti e nei fatti, anche se ne avremmo tanto bisogno... ma tanto!

 

 

 

Inserisci un commento su Facebook