down-arrow   I Monumenti adottati  



NEWSLETTER
Tieniti aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter

> Leggi informativa sulla privacy




Revanscismo nurnettiano e idioti in salsa nostrana

 di Antonello Gregorini


Capita, fra le varie cose dette su Nurnet, di leggere anche accuse di "revanscismo storico" provenienti da ambienti della sinistra facebookiana.
Se il revanscismo* s. m. [dal fr. revanchisme, der. di revanche (v.)]. è' un "programma, movimento e più in generale atteggiamento nazionalistico ispirato alla revanche, ... ,
sembra di poter dedurre che in Nurnet, costoro, intravedano una volontà di rivalsa dell'identità sarda, vittima di millenni di sconfitte.
Abbiamo dimostrato, con dati e immagini, analisi di testi in uso presso le nostre scuole, di enciclopedie di gran spessore e qualità, che la storia della Sardegna è, in essi, quasi o totalmente assente**. Essa è assente, spesso, anche nella stessa memoria dei Sardi o in quelle infrastrutture delle memoria utili per creare il meme*** dell'identità. E' assente nelle nostre scuole ma, anche, nella toponomastica e nella nostra offerta turistica di territorio.
Questi sono dati obiettivi che niente hanno a che vedere con l'archeologia, con la fantarcheologia e nemmeno con l'archeosardismo. Sono posizioni di puro buon senso che si trasformano in azione.
Noi di Nurnet abbiamo dichiarato che il nostro oggetto sociale è "centrare l'immagine della Sardegna sull'unicità della civiltà nuragica": Per ragioni economiche ma anche, evidentemente, culturali e sociali, quindi politiche: nel senso in cui quest'ultimo ambito è totalmente permeato dagli altri.
Se questo è REVANSCISMO allora noi siamo revanscisti ... ma io non credo.
Le carenze su elencate sono evidenti a tutti, anche a quelli che niente hanno a che fare con l'indipendentismo o il braccio più moderato del sovranismo. Il fatto che Nurnet collabori con il Rotary o con l'Istituto Italiano dei Castelli, la storia personale dei cento soci, offrono a riguardo più di uno spunto su quanto sia trasversale questo sentimento, che non deriva dalla neghittosa necessità di rivalsa ma da semplice senso di giustizia, e quindi necessità dello spirito.
Gli IDIOTI**** che muovono queste accuse sono isolati in piccoli gruppi che ben poco vogliono offrire alla comunità a cui appartengono. Accertate le carenze di riconoscimento della nostra memoria e quindi della nostra identità, quale razionale motivo dovrebbe farci rinunciare al suo recupero. Accertato il valore anche economico della storia e dell'archeologia della Sardegna, del suo paesaggio, solo l'accidia indolente potrebbe giustificare la sua mancata ricerca da parte di chi dovrebbe goderne i benefici.
E così noi rigettiamo l' accusa idiota di revanscismo storico e tiriamo avanti per la nostra strada.

* http://www.treccani.it/enciclopedia/revanche_%28Dizionario-di-Storia%29/
**https://www.facebook.com/Sardegnablogger/photos/a.671081916237496.1073741829.670403876305300/766616573350696/
***http://it.wikipedia.org/wiki/Meme
**** http://stefanosantini.blogspot.it/2008/05/idiotes.html

 

 

 

 

 

Inserisci un commento su Facebook